MUTUI CASA E SPREAD | Caseperte

MUTUI CASA E SPREAD



Lo spread è un numero che misura la differenza di rendimento fra i titoli di Stato italiani (Btp) e quelli tedeschi (Bund) con durata decennale ed esprime di fatto il sentimento degli investitori internazionali nei confronti del nostro Paese. Il suo valore alto è indice che allo Stato italiano costa di più chiedere soldi in prestito attraverso la stessa emissione di obbligazioni di Stato, che nel frattempo perdono valore proporzionalmente alla perdita di fiducia degli investitori nel sistema finanziario italiano.
I risparmiatori e, nella fattispecie, i titolari di un mutuo casa si staranno chiedendo quali sono le reali conseguenze sui mutui e se c’è davvero da temere?
La risposta è che chi ha un mutuo, in special modo chi ha stipulato un finanziamento a tasso variabile, non subirà alcuna conseguenza per almeno qualche mese. Ma se la situazione di instabilità dovesse perdurare, allora sì ci saranno conseguenze sui mutui.
La spiegazione di quanto affermato sta in due ordini di motivi.
Una prima causa è che a determinare il costo del mutuo contribuiscono due fattori: lo spread praticato dalle banche e l’Euribor (o Eurirs nel caso di mutuo a tasso fisso). Per quanto riguarda il primo, nulla ha a che vedere con lo spread di cui si parla tanto in questi giorni, visto che rappresenta il margine lordo che la banca si riserva sul finanziamento.
La seconda variabile dipende invece dall’andamento dei tassi del mercato interbancario. I mutui a tasso fisso sono parametrati sul valore degli indici Eurirs, solitamente al valore del giorno in cui si stipula, mentre i mutui a tasso variabile sono indicizzati all’andamento dell’Euribor.
Ebbene, per ora Euribor ed Eurirs non c’è pericolo che subiscano rialzi, visto che il loro andamento risponde a regole ben precise e tempi che sono quelli dei tassi della Bce, senza tralasciare – ed è questo il secondo motivo per cui adesso è scongiurato un aumento dei tassi – che proprio l’instabilità creata sui mercati dalla vicenda italiana allontana i tempi di una stretta monetaria, rimandando ad almeno 18 mesi la risalita dell’Euribor e mettendo al sicuro i consumatori da un rialzo dei tassi.


< Torna alle news
  • Via Chieffi, 33
  • 76121 Barletta
  • Telefono: +39 393 99 75 618
  • info@caseperte.com
SEGUICI SU

© 2018 Case per Te di Antonio Signorile - P.IVA: 07934010724
realizzato da Elabora Next